In questa sezione avvalendoci della collaborazione di stimati professionisti, vogliamo aiutare i concorrenti e tutti coloro vogliano avvicinarsi a questo meraviglioso, ma esigente, sport, a farlo nel modo giusto. Proporremo consigli su come preparasi ad affrontare un gara del genere, sugli allenamenti adatti, sulla alimentazione nella fase di preparazione, su cosa mangiare prima, durante e dopo la gara, ma anche nella fase di allenamento, consiglieremo una serie di integratori utili a chi fa sport del tutto naturali e testati da atleti professionisti, senza comunque in nessun modo volerci sostituire al vostro medico. Ricordate che non solo il certificato medico è obbligatorio, ma che è vivamente consigliato avvalersi del proprio medico di fiducia per qualsiasi dubbio riguardo alla propria salute ed alimentazione. Cercheremo di svelare i segreti dei campioni e seguiremo la preparazione di un concorrente a questa entusiasmante prova.

                • In regola generale, non cercate di annullare ad ogni costo i dolori poichè sono dei segnali d'allerta del vostro organismo e dovete rispettarli. Le medicine analgesiche possono provocare dei problemi gravi, soprattutto ai corridori che soffrono di 'rabdomiolisi' (lacerazione muscolare con insufficienza renale, a volte importante).

                • In caso di dolori, preferite il paracetamolo, da avere nella propria trousse di soccorso durante la pratica delle gara in natura. Rispettate la posologia e l'intervallo tra una dose e l'altra.

                • E' consigliabile evitare gli anti-infiammatori che possono essere tossici per i reni (e favorire il sopraggiungere della rabdomiolisi), per lo stomaco ma anche per l'apparato muscolare e scheletrico in caso di consumo regolare.

                • L'aspirina, che fa parte degli anti-infiammatori (non associare assolutamente i 2), è anch'essa scongliata quando si pratica la corsa di resistenza, in quanto aumenta i rischi di disturbi gastro-intestinali, di emorragia in caso di cadute o ferite e puo' favorire la rabdomiolisi.

                • I cortisonici, considerati prodotti doping, sono assolutamente vietati durante le competizioni sportive.

                • Per i disturbi gastro-intestinali, vi ricordiamo che per prevenirli sono necessari un valido allenamento ed una corretta alimentazione:

                                o Gli anti-dissenteria : è preferibile usare in primis la diosmectite: un anti-secrezione intestinale ed adoperare i rallentatori del transito per episodi acuti o invalidanti.

                                o Gli anti-vomito: il domperidone è ideale.

                                o Gli anti-riflusso : prevenite con un'alimentazione appropriata. In caso di bisogno è possibile prendere un anti-acido.

                • E l'omeopatia? Numerose sostanze omeopatiche possono essere utilizzate per prevenire o trattare problemi di ossa, tendini, articolazioni, muscoli, apparato digerente ecc. Non sono di certo sconsigliate !

Importante: se, durante la gara, avete bisogno di un medico, non dimenticate di precisargli i nomi e le dosi di medicinali che avete preso. E' indispensabile per ricevere delle cure giuste.